Revisione auto: come dobbiamo comportarci?

Il Codice della Strada prevede che i veicoli a motore ed i loro rimorchi debbano essere tenuti in condizioni di massima efficienza (articolo 79). Per questo devono essere sottoposti a revisione periodica che accerti il rispetto delle condizioni di sicurezza e il mantenimento del rumore e delle emanazioni inquinanti entro i limiti di legge (articolo 80).

Dove possiamo effettuare la revisione?

La revisione auto si può effettuare alla Motorizzazione civile oppure presso uno dei centri di revisione, vale a dire le officine autorizzate.

Quando dobbiamo fare la revisione?

La revisione va effettuata entro 4 anni dalla prima immatricolazione e successivamente ogni 2 anni per:

  • Autovetture e autocaravan;
  • Motoveicoli e ciclomotori;
  • Autoveicoli adibiti al trasporto di cose o ad uso speciale e rimorchi di massa complessiva non superiore a 3,5 tonnellate;
  • Autoveicoli per trasporto promiscuo.

Il termine per la prima revisione è dato dall’anno di prima immatricolazione e dal mese di rilascio della carta di circolazione.
Il termine per le revisioni successive è dato dal mese della precedente revisione.

Cosa viene controllato?

La revisione dura mediamente 20 minuti, durante i quali vengono fatti i seguenti controlli:

  • pneumatici: tipo e corrispondenza con quanto indicato sulla carta di circolazione, verifica ruota di scorta, circolazione, usura e convergenza;
  • vetri: integrità e omologazione;
  • cinture di sicurezza: integrità, efficienza e omologazione;
  • numero motore: corrispondenza con quanto indicato sulla carta di circolazione;
  • targa anteriore e posteriore: integrità e corrispondenza con quanto indicato sulla carta di circolazione;
  • impianto elettrico: integrità ed efficienza;
  • prova fari: regolazione;
  • prova freni: efficienza e usura pastiglie;
  • prova rumorosità: rientro nei limiti indicati sulla carta di circolazione;
  • prova fumi: rientro nei limiti delle norme vigenti;
  • prova giochi e sospensioni: integrità ed efficienza;
  • carrozzeria: integrità e assenza di ruggine;
  • triangolo.
Quali possono essere gli esiti della revisione?

Al termine del controllo, viene rilasciata un’etichetta adesiva attestante l’esito della revisione. L’etichetta va applicata sulla carta di circolazione e può riportare una delle seguenti diciture:

  • “Revisione regolare”, se il veicolo ha superato regolarmente la revisione;
  • “Revisione ripetere”, se il veicolo non ha superato la revisione e deve ripresentarsi al controllo dopo un mese (in questo periodo il veicolo può circolare solo se vengono riparate le anomalie riscontrate e si possiede relativo certificato rilasciato dall’officina);
  • “Revisione ripetere – sospeso dalla circolazione”, se il veicolo non ha superato la revisione ed è necessario presentare una nuova richiesta di revisione (in questo caso il veicolo potrà circolare solo in giornata, per essere portato dal meccanico e nel giorno della nuova revisione).